Vigneti Le Monde

Vigneti Le Monde

Gambero Rosso 2021: il Pinot Bianco 2019 è Tre Bicchieri e Miglior vino per qualità-prezzo

Il massimo riconoscimento della prestigiosa Guida torna a premiare Vigneti Le Monde

“Il vino per noi è anche racconto del territorio, del nostro Friuli, ed è una profonda gioia e soddisfazione saperlo ancora una volta insignito di un premio così importante. Un premio che va a noi, ma anche e soprattutto alla nostra squadra, perché Vigneti Le Monde è realmente un affare di famiglia”. Commentano così Marta e Alex Maccan la notizia dei Tre Bicchieri per la Guida ai vini del Gambero Rosso 2021 assegnato al loro Pinot Bianco 2019, una delle più fulgide espressioni del terroir friulano e dell’impegno aziendale. Insignito anche del Premio per il Miglior rapporto Qualità-Prezzo della Guida 2021, con la nobile motivazione di essere “un grande vino che ci si può concedere anche tutti i giorni”.

Un premio che arriva a dare una soddisfazione profonda anche perché arriva come risposta naturale a una precisa strategia aziendale, che negli anni ha visto preferire un investimento sul prodotto e sulla sua qualità, piuttosto che sull’advertising selvaggio. La sostanza, preferita rispetto all’estetica vuota, che arriva dal rispetto del territorio e dalla sostenibilità della produzione. Un lavoro che premia sulla lunga distanza, “ancor più in un periodo come quello attuale – sottolinea Massimo Furlan, export manager e direttore della cantina – in cui molti buyer devono ridimensionare il portfolio di acquisti, prediligendo i prodotti con un buon rapporto qualità-prezzo, più facili e forti da posizionare sul mercato”.

PINOT BIANCO 2019

Un Pinot Bianco vinificato in purezza, per una Doc Friuli che racconta, sotto l’egida del leone di Vigneti Le Monde, tutta la complessità di un territorio di frontiera come quello di Prata di Pordenone. Un piede ancora in Veneto, le radici ben piantate nel terreno argilloso alla base delle montagne friulane, lì dove la scelta di perseguire la coltivazione integrata fa sì che sia la Natura ad aiutare la Natura stessa. Il risultato in bottiglia è un vino di gran carattere – come le genti di queste terre – che accattiva già l’occhio con i suoi riflessi dorati e solletica il naso con la frutta esotica matura, la pesca gialla e lo conquista definitivamente con il finale conturbante di spezie dolci. Al palato è vellutato, caldo e si rivela un compagno estremamente versatile: antipasti magri e primi piatti delicati, di pesce, ma si permette anche, senza timore di sfigurare, di accompagnare a tavola un saporito roast beef.

Vigneti Le Monde: tra bellezza, terroir e visione del futuro

Il vino è materia viva, capace di sintetizzare in ogni calice la bellezza della terra, della vite, del tempo. A Vigneti Le Monde ogni goccia racchiude in un spazio infinitamente piccolo la passione di una famiglia, il rispetto del territorio e la bellezza estatica dei vigneti, curati con l’attenzione al dettaglio di chi non lascia nulla al caso.

La Storia e il Presente

 Qui, oggi, all’ombra di un casale del XVIII secolo, va in scena un racconto contemporaneo, dove la concretezza friulana si sposa con le più moderne tecnologie nell’orizzonte di un progetto che coniuga ecosostenibilità e fedeltà alla tradizione vinicola. Tutti valori fondanti per Alex Maccan, sua moglie Marta e la loro squadra, che agisce come una famiglia e conosce ogni angolo dei 100 ettari che compongono i possedimenti di Vigneti Le Monde.

La Natura

Un vero e proprio Cru protetto a nord-est dalle Alpi e rinfrescato dalle brezze marine dell’Adriatico, che trae la linfa dal terreno reso ricco dalla combinazione di argilla e calcare. Un’anima complessa che viene trattata secondo i più moderni principi di ecosostenibilità: i diserbanti sono banditi, terreno ed erba vengono lavorati meccanicamente, l’energia elettrica è quasi del tutto erogata da moderni pannelli fotovoltaici. In ultimo, ma non per importanza, tutti i materiali di imballaggio, provengono da fonti rinnovabili certificate.

Semplicità. E’ il cuore dei vini di Vigneti Le Monde: creati con passione e rispetto della natura, per sedurre chi li assaggia con la sola forza del loro carattere.

La bellezza della terra, della vite, del tempo. La poesia di un’azienda che è un affare di famiglia e che nel bicchiere sintetizza il Friuli. Concreto, luminoso, capace di parlare a tutti. Sono le carte – in regola- con cui Vigneti Le Monde si presenta al mondo.

La terra, meravigliosa, è quella al confine tra il Veneto – che non è più, ma che si sente nel dialetto e a tavola – e il Friuli Venezia Giulia. La vite è quella che ordinata ha ridisegnato il paesaggio attorno alla cantina, rendendola un’oasi. Il tempo è quello che scorre a Le Monde ininterrottamente dal 1700. Perché quella rilevata da Alex Maccan e da sua moglie Marta è l’unica grande casa rurale ancora in attività. Una testimonianza del passato nel presente più spinto, senza che la Storia sia stata toccata nemmeno da una bugia. Rinnovate le fondamenta, della casa originaria è stato conservato intatto il cuore grazie alla visionarietà di chi immaginava già ciò che sarebbe stato e a una grande passione. Quella per il vino. Pur non nascendo vignaioli, Alex e Marta hanno curato, fin dal primo giorno, la cantina come un figlio, seguendone ogni dettaglio prima, durante e dopo i lavori. Dentro e fuori dalla vigna. Sporcandosi le mani nonostante un team di professionisti che li affianca in questa grande avventura.

Oggi la grande struttura rossa che in autunno, al tramonto, sembra tutt’uno con i tralci di vite, contiene la casa padronale, la barricaia, l’impianto di produzione vero e proprio così come gli uffici amministrativi. Raccogliersi sotto lo stesso tetto come una grande famiglia, non è stato un caso ma una scelta, che ha permesso di evitare la dispersione tipica delle comunicazioni contemporanee per un lavoro che contemporaneo è solo nella visione del mondo, nell’utilizzo delle più moderne tecnologie e nell’ecosostenibilità della coltivazione integrata, ma che nell’energia che lo muove rimane caldo, accogliente. Comunicativo. 

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *