Sal De Riso

Sal De Riso

di Angela Merolla

Minori, la piazza che respira il mare, come ogni pomeriggio Salvatore è lì con i suoi compagni di giochi, la mamma lo raggiunge per portargli la merenda, un bicchiere di latte e dentro una sottilissima scorzetta di limone a insaporire con  i suoi oli essenziali. Un aroma che determinerà la continua ricerca di Sal De Riso per riprodurre nelle sue creazioni di pasticceria, lo stesso profumo, l’identico sapore, che sa di buono e d’amore. Tutto ha avuto inizio grazie alla mamma, che quotidianamente faceva in casa dolci squisiti e al papà, che nel suo emporio in piazza, preparava in antiche carapine, granite e gelati artigianali durante la stagione estiva.

Sal De Riso aiutava nella preparazione dei gelati e ogni tanto faceva delle torte che vendeva nell’emporio del padre, ma quando per le nozze d’argento dei genitori, volle preparare personalmente i dolci per la festa, utilizzando il forno di un amico panettiere, fu un grande successo.

Da lì in poi, con spirito d’ingegno e lungimiranza prese coscienza delle sue doti e iniziò così il percorso che lo avrebbe incoronato maestro pasticcere.

Sal De Riso, oggi ha un  impeccabile laboratorio a Tramonti dove si avvale di oltre 30 collaboratori specializzati che fanno vera pasticceria artigianale, sulle materie prime non transige, le sceglie delle migliori qualità, le sue eccellenti creazioni di alta pasticceria, fiore all’occhiello della Campania, sono conosciute e apprezzate in Italia e all’estero.

Sal De Riso, conserva il fascino di un uomo che non dimentica i trascorsi di sacrifici e rinunce, ma nonostante abbia raggiunto livelli di prestigio, si apre con garbata gentilezza  a fare piccole confidenze ad una sconosciuta, rivelandosi semplicemente Salvatore, che si commuove rimembrando il suo passato.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *