Murikè

Murikè

Murikè

Sembra che furono proprio i coloni greci a portare nel VI secolo a. C. il fico bianco in Italia meridionale. Il frutto che al meglio si esprime nella zona campana del Cilento, appartiene ad uno specifico ecotipo della cultivar “Dottato”, le sue caratteristiche di gran pregio in parte sono intrinseche alla varietà e in parte sono acquisite dall’ottimale condizione pedo-climatica, dove il suolo fertile e l’azione mitigatrice del mare determinano un’ottimale produzione dei fichi bianchi.

La DOP del “Fico bianco Cilento” è arrivata per il prodotto essiccato, il colore giallo ambrato, la polpa pastosa, il sapore spiccatamente dolce sono le sue caratteristiche. 

La frazione Sicilì di Morigerati, porta un nome che significa per l’appunto “terra del fico”, qui oltre 4000 piante di fico bianco, anni fa furono impiantate da Eugenio Cioffi, poco distanti dalla casa che lui considera “dell’anima”, laddove la natura e la magia di queste terre vivono in sinergia, una scelta ispirata dalle tradizioni e dalla voglia di tendere ad esse una mano per portarle vanti negli anni a venire.

Dal 2010 poi una volta che la produzione è divenuta abbondante, si è subito ingegnato personalmente a trasformare il fico bianco del Cilento, nei modi ad esso più congeniali. Per cui l’immancabile fico essiccato, le confetture e persino gli sciroppati, la versatilità del frutto si è prestata nell’ottenere prodotti gustosi e delicati che si presentano finemente a marchio Murikè.

Il fico bianco del Cilento è un prodotto che interagisce armonicamente con l’uomo e l’ambiente, una sintonia nata centinaia di anni fa tra le colline cilentane e grazie a persone come Eugenio, motivate dalla passione per il territorio, ancora persiste.

Murikè-Morigerati SA

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *