L’ACQUA ALTA PROTAGONISTA AL QUADRI

L’ACQUA ALTA PROTAGONISTA AL QUADRI

di Giulia Favero

A Piazza San Marco, in uno dei palazzi più in vista di Venezia, il Quadri,  lo storico gran caffè e ristorante del diciottesimo secolo, dal 2010 di proprietà della Famiglia Alajmo e che dall’esperienza di Massimiliano e Raffaele Alajmo , unita a quella dell’executive chef Silvio Giavedoni è stato insignito nel 2012 della stella Michelin.

Un importante lavoro di restauro ha rivelato l’originaria magia del locale in un’atmosfera di gran lusso.

Il progetto voluto da Massimiliano e Raffaele Alajmo e ideato da Philippe Starck  con la messa in opera  degli artigiani veneziani, ha voluto preservare lo straordinario patrimonio del Quadri  nel rappresentare la cucina italiana nel mondo.

Il fenomeno dell’acqua alta ha avuto un ruolo fondamentale nel restauro del locale, infatti l’acqua, con il proprio passaggio, lascia un segno, divenendo così protagonista , perciò la scelta dell’ottone naturale non verniciato per le gambe dei tavoli, per il bancone della reception all’ingresso e per tutte le parti a contatto con il pavimento del piano terra. Un metallo, che ossidandosi, manifesterà attraverso le differenze di colore i molteplici livelli delle maree che si alterneranno nel corso del tempo.

Il gioco dell’acqua è stato ripreso anche nella nuova identità dell’insegna in ottone dove le lettere sono state trattate in modo da rappresentare figurativamente i due piani. La parte inferiore ossidata per effetto dell’acqua e la parte superiore  lucidata, riportando l’ottone a una finitura dorata che indica il ristorante al primo piano, non toccato dal fenomeno dell’acqua alta.

Al primo piano, dove si trova il Ristorante Quadri, primeggiano i decori con il recupero dei dettagli architettonici originari. Il tessuto che riveste le pareti è stato ad  opera della Tessitura Bevilacqua e ridisegnato da Philippe Starck, che ha reinterpretato in chiave contemporanea il più antico disegno dell’atelier veneziano, aggiungendo humor all’idea di tradizione e qualità. I volti dell’epoca sono stati sostituiti da quelli dei fratelli Alajmo, mentre astronavi e satelliti rappresentano i moderni mezzi di trasporto rispetto alle antiche carrozze e gondole. I vetri e gli specchi di Murano, riportano vere opere dei maestri muranesi.

Tappeti dipinti ricoprono i pavimenti, disegnati da Ara Starck e con altri originali suppellettili raccontano l’unicità del Quadri.

Il Ristorante Quadri rappresenta l’espressione contemporanea della tradizione gastronomica italiana e veneziana. Il pesce, la frutta e la verdura arrivano freschi ogni giorno dal mercato di Rialto in base alla disponibilità stagionale. Una cucina che vive della contaminazione passata non solo negli ingredienti ma anche nel servizioe che è volutamente influenzata dall’ambiente. Una proposta gastronomica legata alla laguna e ai suoi prodotti, alla tradizione veneziana.

La proposta si divide in tre menù degustazione  : Max, Raf Quattro Atti ,creati da Max Alajmo e realizzati dall’executive chef Silvio Giavedoni e dal suo sous chef Sergio Preziosa.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *