Giovani pizzaioli di Sicilia

Giovani pizzaioli di Sicilia

Messina un fiorente vivaio di pizzaioli

di Cris Lozio

Se me lo avessero detto un decennio fa, non ci avrei creduto, invece devo ammettere che mi sbagliavo, negli ultimi anni la pizza si evoluta così tanto nella forma e nella sostanza, che ha dato voglia a tanti giovani di cimentarsi in un lavoro che era considerato dal mondo della ristorazione di serie B. In particolare la provincia di Messina si distingue oggi, per un fiorente vivaio di giovani pizzaioli, l’apertura di nuove pizzerie di qualità e attività di ristorazione in genere, ha creato tanti posti di lavoro e la possibilità a giovani ragazzi e ragazze di realizzarsi in un lavoro fatto sì di sacrifici, ma anche di tante soddisfazioni.

Mi piacerebbe parlare di ognuno di loro ma questo è davvero impossibile, sono tantissimi, allora voglio sceglierne alcuni fra quelli più in vista, un poker d’assi di tutto rispetto che ha in attivo tanti premi e riconoscimenti, tra i quali i “2 Forni” 50 Top Pizza o lo “spicchio”, prestigioso premio che viene concesso da Gambero Rosso a particolari meriti di bravura.

Iniziamo con un mago degli impasti non proprio “nostrano”, l’eclettico napoletano verace Enzo Piedimonte. Approdato a Messina da un quindicennio, porta nella nostra città una ventata di aria nuova, dalla concezione degli impasti alla napoletana ad un nuovo modo di abbinare i condimenti tradizionali partenopei, insomma, la pizza verace napoletana come davvero si fa a Napoli. Il maestro Enzo Piedimonte già docente istruttore, è da qualche anno anche Artista del Gusto.

Artista del Gusto e due “spicchi” Gambero Rosso, il maestro Matteo La Spada stravolge tutto lanciando in città le “pizze gourmet” una filosofia tutta nuova e moderna. Le pizze di Matteo sono caratterizzate da impasti straordinari, cornicioni alti ben alveolati e topping che abbandonano le combinazioni  più tradizionali, per intraprendere un nuovo ed innovativo percorso di ricerca, direi più vicino al mondo degli chef.

Tra i più talentuosi sempre alla ricerca di nuove soluzioni, premio “2 Forni” 50 Top Pizza 2019, non può mancare il poeta della pizza, Saro Caminiti, maestro dei lieviti e signore dall’animo gentile, la sua serenità di carattere la trasferisce nelle pizze, miscelando l’unione tra pasta e ingredienti in vera poesia del gusto.

A pochi chilometri da Messina, Sergio Russo intraprendente giovane pizzaiolo, premio “2 Forni” 50 Top Pizza 2019, ha creato insieme alla sua famiglia, una grande realtà ristorativa fiore all’occhiello della costa tirrenica. Due “spicchi” Gambero Rosso e Artista del Gusto, ha fatto sua la filosofia dell’alta qualità dei prodotti e della stagionalità, sicuramente la sua carta vincente.

Parlare solo dei “fantastici 4”, sarebbe davvero riduttivo, ce ne sono ancora tanti giovani pizzaioli a cui mi piacerebbe dedicare almeno una citazione, alcuni consolidati ed esperti, altri emergenti che stanno sgomitando con le loro proposte molto interessanti, a mio avviso giovani e meno giovani che hanno talento da vendere.

Michele Roberti, pizzaiolo di grande sensibilità ed esperienza.

Francesco Polito, già Artista del Gusto e istruttore esperto di farine e impasti.

Tanino Albanese, ragazzo di grande bravura e umiltà.

Peppe Curreli, il giovanissimo dal talento frizzante e funambolico.

Eccoli, un humus pulsante di “artisti” della pizza Patrimonio dell’Umanità, ragazzi che fanno ben sperare nel futuro di questo meraviglioso alimento che il mondo intero ci invidia; seguire il loro lavoro e aiutarli a crescere è il nostro obbiettivo primario, sono loro come tanti giovani chef, i veicolatori del “buon cibo” e ambasciatori della dieta mediterranea, quindi ragazzi, pizze in forno e… fateci “arricreare” con le vostre creazioni!

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *