Consulenza 3.0 - Impasti Gourmet

Consulenza 3.0 - Impasti Gourmet

Presso la sala demo della Nardone Forni  a San Giorgio del Sannio in provincia di Benevento, due giorni sono stati dedicati alla formazione professionale “Consulenza 3.0 – Impasti Gourmet” firmata Maurizio Stanco.

La Consulting Stanco, agenzia  di consulenza aziendale fondata da Maurizio Stanco è il frutto di 25 anni d’esperienza nel settore  della formazione e  della realizzazione di impasti gourmet.

La Consulting Stanco focalizza la consulenza su: pizza classica, pizza napoletana 3.0 , pizza in pala 3.0 , pizza in teglia ,  focaccia gourmet, impasti alternativi, grani antichi, multicereali, integrale ,   bun sburger,  gluten free, prefermenti e  lievito madre.

Oltretutto si occupa di formare per una gestione ottimale del food cost e del business plan, garantendo la crescita del fatturato nell’ambito Pizzeria-Panificazione-Pub e Pasticceria.

I 10 protagonisti

Maurizio Stanco perseguendo una costante ricerca e valorizzazione dei prodotti di qualità, ha dato vita in collaborazione con l’azienda Molini Pizzuti di Bellizzi, che vanta oltre cinquant’anni d’esperienza nell’arte molitoria, una  nuova selezione di farine “Linea Professional“ nello specifico, Natura e Natura Plus, farine di tipo “ 0 “a cui a breve si affiancherà una tipo “ 1 ”.

Farine ideali per realizzare prodotti che permettono di soddisfare gli obbiettivi prefissati e che sono in dotazione con assoluta esclusività di zona agli aderenti al progetto Partner su tutto il territorio nazionale.

Da qui ha preso corpo il nuovo format registrato    “Consulenza 3.0 – Impasti  Gourmet“, fondamentale per ampliare e completare  una formazione professionale.

Si tratta di una full immersion di due giorni dedicata agli impasti gourmet sia di pizza napoletana che di pizza in pala, con l’unicità che, ogni partecipante è protagonista della consulenza, poiché ha una postazione personale dotata d’impastatrice professionale MecnoSud azienda di Flumeri leader nel settore delle attrezzature per pizzerie, panificazione e pasticceria, inoltre al proprio banco ci sono utensili, farine Linea Professional Molini Pizzuti e quanto necessario per realizzare gli impasti, in tal modo mette letteralmente le mani in pasta, in contemporanea con l’intero gruppo mentre segue la lezione e interagisce con il relatore.

Momenti della Consulenza 3.0 Impasti Gourmet

Il primo giorno alterna teoria e pratica, dove ogni corsista realizza il suo impasto pizza napoletana 3.0 e pizza in pala 3.0 che a temperatura controllata affrontano una lievitazione di 24 ore. Il secondo giorno è dedicato ad approfondimenti teorici e alla stesura dei panetti lievitati, quindi alla cottura della pizza napoletana 3.0 e pizza in pala 3.0 con impasti gourmet, personalizzate dai prodotti tipici del territorio di provenienza dei partecipanti.

La prima tappa di formazione ”Consulenza 3.0 Impasti Gourmet” ha visto realizzare da ogni corsista due impasti gourmet:

-Impasto  Pizza Napoletana 3.0  con idratazione minima del 70 % H2o 

-Impasto Pizza in Pala 3.0 con idratazione minima del  80 %  H2o

I pizzaioli professionisti che hanno partecipato sono stati:

Pietro Zannini pizzaiolo e patron della pizzeria Pucci e Manella di Formia; la pizza che ha realizzato è stata la “Pucci”

-Mozzarella di bufala dop, all’uscita capocollo artigianale di Maranola, provolone Recco e pomodorino confit, olio evo e basilico.

Lo staff di supporto Nunzio Ieppariello e Luigi Gallo

Giuliano Bucci dall’Abruzzo, patron di ben tre pizzerie: Pizzeria La Fattoria a Roccaraso, La Lanterna a Castel di Sangro e Kilometro Zero a Tenerife. La pizza che ha realizzato è stata la “Poker”

-Crema di pecorino, ventricina spalmabile, fior di latte, tartufo nero estivo a scaglie, olio evo.

Cesare Tassone dalla Calabria, pizzaiolo  presso la pizzeria Il Castello di Stilo; la pizza che ha realizzato è stata “L’improvvisata”

-Base pomodorino giallo, fior di latte. All’uscita capocollo, pomodorini rossi, olio evo e basilico.

Attilio Ferrante patron della pizzeria Pizza e Babbà di Santa Maria Capua Vetere in provincia di   Caserta, la pizza che ha realizzato è stata la “Vesuviana”

-Passata di pomodorino giallo del Vesuvio, fior di latte, salame di maialino nero casertano, cipolla croccante, olio evo.

Luciano Passeggio pizzaiolo di Spicchi d’Autore a Napoli;la pizza che ha realizzato è stata “La speziata”

-Vellutata di zucca, carote, zenzero, sale, pepe e burro, mousse di patata viola, mandorle tostate e rosmarino in foglie, fior di latte di Agerola e olio evo.

Guido Tartaglia da Napoli pizzaiolo presso la pizzeria  Spicchi d’Autore a Napoli, la pizza che ha realizzato è stata la ”Campagnola”

-Base di fior di latte di Agerola. All’uscita, crema di topinambur e funghi porcini, radicchio fritto e topinambur in chips, olio evo e basilico.

Michele Casertano  da Curti, pizzaiolo presso la pizzeria Pizza e Babbà di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta; la pizza che ha realizzato è stata “La donna in viola”

-Vellutata di patate viola, salsiccia di maialino nero casertano, mozzarella di bufala dop, olio evo e basilico.

Carlo De Angelis pizzaiolo presso la pizzeria Panidà 2.0 di Aversa;la pizza che ha realizzato è stata la “Casertana”

-Crema di melanzana e peperoni artigianale, salsiccia di maialino nero casertano, olive nere denocciolate Caiazzane, fior di latte di Agerola, olio evo e basilico.

Dino Daniele – Wael El Sayed pizzaiolo proveniente da  Passo di Mirabella; la pizza che ha realizzato è stata la “Filù”

-Vellutata di zucchine e datterino giallo in succo, fior di latte, fiori di zucca ripieni di ricotta, provola e pesto di basilico, olio evo e basilico.

Taddeo De Luca pizzaiolo presso la pizzeria Luigi Gallo pizza e fritti a Casamarciano; la pizza che ha realizzato è stata la Pizza “Bizzarra”

-Crema pomodorino giallo del piennolo, pomodorino giallo semi dry, olive nere di Gaeta. All’uscita pomodorino rosso semi dry e acciughe di Cetara, origano di montagna , olio evo.

Antonella e Maurizio

Lo staff di supporto alla prima tappa di Consulenza 3.0 ha visto in sala:

Luigi Gallo pizzaiolo  e patron della pizzeria Luigi Gallo pizza e fritti a Casamarciano che ha realizzato la sua “Pizza Scarulella”

-Provola di Agerola, salsiccia di maialino nero casertano. In uscita scarola riccia saltata in padella, acciughe e guanciale.

Nunzio Ieppariello maestro pizzaiolo presso la Pizzeria Le Quattro Esse di Avellino. La pizza che ha realizzato è stata la “Zuccona”

-Crema di zucca, provola, porcini, scaglie di patate viola. All’uscita scaglie di caciocavallo stagionato, basilico e olio evo.

Antonella Salvatore Hostess

La seconda tappa  della Consulenza 3.0 Impasti Gourmet è in programma per il mese di  Novembre 2020 in Campania e sarà riservata esclusivamente ad un numero di 10 partecipanti.

Per info e prenotazioni consultare il sito www.consultingstanco.it

Contatti: Consulente Tecnico  Maurizio Stanco Mobile 320.3118869

info@consultingstanco.it

Partner:

MecnoSud

Dott. Raffaele Ingrisano

Molini Pizzuti

Dott.ssa Mariella Pizzuti

Martino Nardone

Marcello Nardone

Antonella Salvatore

Nunzio Ieppariello

Luigi Gallo

Angela Merolla

Wine-Food Communication and Images

info@angelamerolla.it

angelamerolla@pec.it

mobile: 320 861 9820

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *