CARI SALUTI AL TOFU

CARI SALUTI AL TOFU

Gli italiani hanno riscoperto il valore della carne e smascherato l’inganno di utilizzare nomi come burger, fettina, bistecca a base vegetale,che oltretutto con il vegetale non hanno nulla a che fare.

La carne è un elemento importante in una dieta equilibrata, la Coldiretti stima in Italia il consumo procapite di carne a circa 79 chili e resta ben al di sotto dei livelli di altri paesi europei come Spagna (100 chili), Germania o Francia (86 chili).

Il consumatore nonostante le fake news, gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie verso la carne, negli ultimi tempi l’ha reinserita nella propria alimentazione.

E’ questa una scelta che mira alla qualità e alla sostenibilità dell’allevamento che vede il 45% degli italiani privilegiare la carne proveniente da allevamenti tricolori, il 29% scegliere carni locali e il 20% quelle a marchio Dop, Igp o con altre certificazioni di origine, secondo un’indagine Coldiretti-Ixe’. Scegliere carne Made in italy significa anche sostenere un sistema fatto di animali, di prati per il foraggio e soprattutto di persone impegnate in un duro lavoro.

Il consumatore è sempre più attento a ciò che porta in tavola, per cui è anche disposto a pagare di più per carne ottenuta rispettando al massimo il benessere degli animali.

La carne italiana, oltretutto, nasce da un sistema di allevamento che per sicurezza e qualità non ha eguali al mondo, consolidato anche grazie a iniziative di valorizzazione messe in campo dagli allevatori, con l’adozione di forme di alimentazione controllata, disciplinari di allevamento restrittivi, sistemi di rintracciabilità elettronica.

La conoscenza delle caratteristiche specifiche dei diversi tipi di carne è un importante valore aggiunto, infatti grazie all’ informazione e alla tracciabilità si è riusciti a invertire la tendenza dai prodotti sostitutivi della carne a base vegetale, con una flessione degli acquisti del 9% per tofu e seitan ma che arriva al crollo del -41% per i wurstel vegetali, alla carne vera che ha raggiunto il picco del +13%.

www.coldiretti.it  

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *