Alla riscoperta delle origini primordiali della cucina

Alla riscoperta delle origini primordiali della cucina

Chef internazionali, experience enogastronomiche e workshop a contatto con la natura hanno caratterizzato l’edizione zero dell’iniziativa, che ha accompagnato i suoi ospiti in un viaggio indietro nel tempo alla scoperta delle origini della cucina

Si è conclusa oggi l’edizione zero di GENESIS POWERED BY FIDEURAM PRIVATE BANKER, l’evento ideato dallo chef Riccardo Gaspari e da sua moglie Ludovica Rubbini, proprietari del ristorante stellato SanBrite di Cortina d’Ampezzo (BL), e dedicato alla riscoperta delle origini primordiali della cucina attraverso un viaggio a ritroso nel tempo, dal piatto all’ingrediente.

Dal 10 al 13 settembre appassionati di enogastronomia, chef italiani e internazionali si sono riuniti nel cuore delle Dolomiti Ampezzane per staccare dalla tecnologia e riconnettersi con la natura attraverso i suoi quattro elementi (fuoco, aria, acqua, terra), assaporando gusti autentici e vivendo emozioni sensoriali uniche.

“In questi quattro giorni abbiamo potuto condividere con i nostri ospiti il tempo che c’è già stato e che vorremmo divenisse il futuro. La montagna, il cibo, l’aria, il fuoco, la terra, l’acqua rappresentano per noi l’origine di ogni scelta personale e professionale. Con la cucina rigenerativa ogni elemento, ogni piatto, ogni animale, ogni ricetta è rigenerata, circolare e costante. Ogni scarto diventa materia che, a sua volta, si evolve in gusto. Un viaggio che va oltre il concetto di sostenibilità e che ci ha permesso di tornare alle origini del tutto per capire quello che oggi mangiamo, in un percorso sensoriale ed emozionale dove il cibo è conduttore di energie rigenerative e circolari. Speriamo che tutto questo sia stato fonte di nutrimento per i nostri ospiti, sia per il corpo che per lo spirito, in modo che essi possano tornare alla vita di ogni giorno arricchiti da questa eredità”, dichiarano Riccardo Gaspari e Ludovica Rubbini.

All’evento hanno preso parte appassionati di enogastronomia da tutta Italia che hanno partecipato alle molteplici attività in programma: dalle cene a 4 mani al foraging, dai tour in e-bike alla scoperta delle sorgenti d’acqua alla sessione di yoga en plein air abbracciati dalle vette dolomitiche, dai picnic nel bosco alla notte in tenda, dalle performance di arte contemporanea al workshop per la preparazione di cocktail analcolici.

Un evento unico nel suo genere che ha trovato concretizzazione grazie al supporto di Fideuram Private Banker, title sponsor di Genesis.

“Siamo felici di aver contribuito alla realizzazione di questa bellissima iniziativa che, essendo interamente incentrata sulla sostenibilità e sulla maniacale ricerca della qualità, ha molte analogie con la nostra attività di Private Banking. Anche nel nostro settore l’attenzione alla sostenibilità ricopre un ruolo fondamentale ed è per questo che Banca Fideuram da anni promuove investimenti che rispettino i criteri ESG e siamo felici di constatare che sempre più clienti abbiano a cuore questi argomenti. Così come l’attenzione alla Qualità e la ricerca di soluzioni adeguate per ciascuna tipologia di Investitore sono molto simili a quanto fanno i grandi chef identificando gli ingredienti migliori da assemblare in un piatto al quale il pubblico riconosca un valore”, afferma Mario Onofrio Bombacigno, Head of Private Wealth Management di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking.

Fondamentale si è rivelato anche il sostegno degli Element Sponsor Diotisalvi, Pastificio Felicetti e Parmigiano Reggiano.

“Ringrazio tutti quelli che in questi giorni hanno partecipato a Genesis e in particolare Ludovica e Riccardo per averlo ideato e condotto. È stato un piacere partecipare all’edizione zero e condividere pensieri e idee con tutti i partecipanti. Non vediamo l’ora di scoprire le novità del prossimo anno per poterle accompagnare ancora una volta con i nostri vini”, dichiara Simone Perin, titolare della cantina Diotisalvi.

“Mi è sembrato naturale sostenere un evento la cui filosofia fosse così affine alla mia ed è una grande soddisfazione vedere come abbia trovato concretizzazione in maniera eccellente. Sostenendo Genesis valorizziamo la montagna e le persone che quotidianamente si impegnano col proprio lavoro per preservare il territorio anche attraverso la cucina, come Riccardo e Ludovica. Non vedo l’ora dell’edizione 2022 per rinnovare il sostegno a questo format che mi è piaciuto tantissimo”, aggiunge Riccardo Felicetti, AD di Pastificio Felicetti.

“Genesis significa letteralmente ‘origine’, un sostantivo legato a doppio filo con la nostra filiera in quanto richiama sia la Zona di Origine del Parmigiano Reggiano – composta dalle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e da una parte di quelle di Bologna e Mantova – sia l’originalità del nostro prodotto, che ha sempre saputo distinguersi dai tentativi di imitazione nel corso del tempo. Fin dal XII secolo Parmigiano Reggiano è rimasto fedele alla ricetta originale che prevede l’utilizzo di tre ingredienti naturali (latte, sale e caglio) senza l’uso di additivi e conservanti.  Per tutti questi motivi, e tanti altri che per motivi di spazio non posso elencare, la sinergia tra Parmigiano Reggiano e Genesis è stata più che opportuna, quasi inevitabile”, conclude Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano.

L’evento è stato reso possibile anche grazie al contributo di Alpe Pragas, Molino Pasini, 2UE & 2UE Cortina, Caraiba, ITAS Mutua – Agenzia di Cortina d’Ampezzo, K-Way, Meteri, Bionoc’, Montura, Olmar, Perin Generators e Tecnica.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *