IL VINO DEI CASTELLI

IL VINO DEI CASTELLI

di Angela Merolla

La campagna rustica di viti e olivi, bionda di frumento, si apre alle porte del Lazio e viene incontro con l’afflato di millenni; in punta di piedi ci si addentra rispettosi nel racconto della storia, tra necropoli etrusche e ville di epoca romana, tra castelli e borghi medievali contesi da scorci boschivi e fonti sorgive, ogni luogo con la sua unicità è parte di questo racconto.

Il territorio dei Castelli Romani conserva paesaggi unici percorsi da due strade parallele, la “Strada dei Vini” e “Strada delle Acque”, vista la considerevole produzione enoica e le numerose fonti di acqua sorgiva presenti sull’area da tempi remoti.

La Casa Vinicola “Fontana Candida”, sorta sul Poggio omonimo, coniuga entrambe le strade. Il casale cinto da cinque dei venticinque ettari di vigneto aziendale, accoglie con i filari di Malvasia del Lazio perfettamente pettinati e i grappoli dorati pronti per essere vendemmiati, dando il benvenuto con la fontana del 1700 nel bel mezzo della vigna, a ricordare la ricchezza sorgiva del territorio di Monteporzio Catone.

Su questi terreni di natura vulcanica, l’azienda da oltre cinquant’anni, produce uve per i suoi vini, tra cui l’apprezzato vino Frascati, il vino dei Castelli Romani, vantando oltre il 40% della produzione presente sul mercato.

Luna Mater di Fontana Candida è un Frascati Superiore Docg Riserva, il cui nome riconduce a quanto generato dalla terra del Frascati, dalle uve, dall’influsso della luna, e l’elegante etichetta riporta alla mente un grembo custode del suo feto, tanto quanto il vino preservato in bottiglia.

Luna Mater è l’espressione raffinata di un blend nato da uve autoctone, che nella ricchezza delle proprie peculiarità e di quelle insite nella terra del Frascati, si svela longevo, e sorprendentemente interessante con il passare degli anni. L’annata 2011 appena dorato nel colore e assolutamente lontano da ossidazioni, buona consistenza che porta al naso la maturità dei frutti e l’evoluzione dei terziari sviluppati in bottiglia nel silenzio dell’antica cantina di tufo, al palato la freschezza come la mineralità lascia sbalorditi, avvolgente e morbido, vivace e imponente al tempo stesso.

www.cantinefontanacandida.it

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *