Etoile Michelin da più di 20 anni

Etoile Michelin da più di 20 anni

di Gilda Bonato

Sul finire degli anni ’80, durante la ricerca di una casa dove vivere, Hélène Stoquelet e Franco Camelia, arrivano in provincia di Siena, precisamente nel piccolo borgo di Villa a Sesta frazione del comune di Castelnuovo Berardenga. Tante case e poche anime  in questa zona del Chianti senese, svuotata dall’industrializzazione e dalla conseguente fuga dalle campagne.

Hélène, francese, professoressa di lingue all’Università di Siena e Franco, senese, orafo e cantante, finiscono ad abitare in alcune stanze sopra una stalla semidistrutta al limitare del paese ed è proprio lì che decidono di aprire un ristorante.

Nel 1987 nasce La Bottega del 30, Hélène e Franco rispolverano i ricordi del posto, tant’è che si raccontava che Villa a Sesta vi era una vecchia bottega il cui bottegaio ogni mese, passava di borghetto in borghetto per vendere la sua merce. Le persone, vedendo arrivare l’ambulante con il suo furgone, esclamavano: ” è arrivato il 30 del mese”, che poi diventò il soprannome dell’ambulante. Scelsero così il nome del ristorante, Bottega del 30 che doveva significare andare a Villa a Sesta.

Furono coinvolti in questa nuova apertura, i pochi abitanti di Villa a Sesta, in particolare, uno sparuto gruppo di anziani, che decise di aiutare la coppia in quest’impresa: le donne insegnarono alla ragazza i segreti della cucina toscana, gli uomini, offrivano vino ai passanti, cercando di portarli al ristorante.

Dopo circa dieci anni dall’apertura, arriva la stella Michelin e soprattutto l’attenzione dei clienti che continuano a tornare al ristorante.

Grazie a La Bottega del 30 il borgo rinasce avendo modo di valorizzare il territorio e la cultura del cibo.

Il ristorante Bottega del 30 propone una cucina sincera e semplice con grande attenzione alla qualità degli ingredienti e agli alimenti biologici        provenienti nella maggior parte da aziende vicine. I piatti, rivisitano la tradizione e si arricchiscono di ulteriori emozioni.

Franco, amante dei vini, per i suoi clienti dispone di una cantina di 350 etichette, non solo Chianti Classico ma anche di altre regioni italiane e diverse etichette di Champagne e altre bollicine.

Innamorata di Villa a Sesta e dei cibi del territorio, Nadia Mongiat in cucina, insieme ai proprietari, ricercano senza tregua il meglio.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *