Conte Matto, ma non troppo

Conte Matto, ma non troppo

di Anselmo Barbieri

La Val di Chiana o Valdichiana in Toscana,  si estende tra le provincie di Arezzo e Siena; una delle zone agricole più fertili d’Italia, cereali, ortaggi, uve da cui la produzione di vini pregiati fin dall’epoca etrusca come il rinomato Bianco Vergine della Valdichiana e il Chianti. Sono presenti anche alcuni prodotti caratteristici della zona, come l’Aglione della Valdichiana, in passato a rischio di estinzione, ma oggi tutelato da un consorzio specifico e da un presidio Slow Food.

Valdichiana terra madre della celebre “Chianina”, rinomata razza bovina oggi allevata praticamente in tutto il mondo.

Un territorio così ricco di materia prima pregiata, non poteva che dar vita ad un’espressione culinaria molto apprezzata, come quella proposta dalla locanda-ristorante Conte Matto a Trequanda  in provincia di Siena.

Tra le mura trecentesche, di quella che era l’abitazione del guardiacaccia del castello, la locanda oltre alla sala interna,  offre ai suoi ospiti la possibilità di gustare le sue specialità sulla panoramica terrazza che guarda le sulle colline e la campagna circostante.

Le tipicità toscane sono di casa come: i crostini Toscani ( fegatini di pollo , fegatini di coniglio , fegato di maiale , milza e polmone di vitellone ) con cipolle rosse caramellate , mele rosolate con spezie , riduzione di Vin Santo.

Poi ancora, i pici all’aglione, alle briciole o al ragù di chianina, i ravioli di patate e fagioli all’uccelletto. Tante altre pietanze accompagnate dai vini dalla zona.

Il ristorante Conte Matto nato nel 2006 è rinomato per il legame che ha con la cucina toscana, ma anche per le originali proposte rinascimentali rivisitate.

La tavola al Conte Matto è una passerella di prodotti locali come l’ olio biologico d.o.p. delle colline di Trequanda, selezione di produttori tra i più significativi del Comune,   olio di altissima qualità che si sposa magnificamente con i piatti più rappresentativi del luogo, come la panzanella, la ribollita, i fagioli bianchi e soprattutto la “carne chianina” alla brace.

Insomma, una cucina di territorio preparata con una particolare attenzione alla qualità delle materie prime, che sono in parte di propria produzione e in parte provenienti da fornitori selezionati in un raggio di 30 km e da presidi Slow Food.

Poi presso la piccola cantina-sala degustazione, è possibile acquistare per degustarli a casa, oltre ai vini, i prodotti tipici del territorio.

Oltretutto alcune camere al secondo piano della palazzina ,con vista sul paese, su Montalcino e su Siena, sono a disposizione dei clienti desiderosi di soggiornare per godere al meglio questo meraviglioso fazzoletto di terra Toscana.

http://www.contematto.it/it/index.php

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *